Comete - Nucleo Osservatori Astronomici Senigalliesi

Senigallia, domenica 22 ottobre 2017 - copyright Renato Matera, 1999 - 2017 * whatsapp 00393331280382 *

Vai ai contenuti

Comete

Osservazioni

cometa C/2015 O1 PANSTARRS


27 luglio 2015
Una nuova cometa è stata scoperta dall'equipe di PanSTARRS sulle immagini ottenute il 19 luglio 2015 con il telescopio Ritchey-Chretien Pan-STARRS1 di 1,8 m di Haleakala. Gli elementi orbitali preliminari indicano il passaggio al perielio il 3 febbraio 2017 ad una distanza di circa 1,05 UA dal Sole. È previsto che la cometa possa raggiungere la magnitudine 6,6.

cometa C/2015 G2 MASTER


30 aprile 2015
Una nuova cometa è stata scoperta sulle immagini in banda R riprese da P. Balanuosa e altri il 7 aprile 2015 con il telescopio da 0,4 m f/2,5 MASTER (Mobile Astronomical System of the Telescope-Robots) dal South African Astronomical Observatory. Gli elementi preliminari della cometa indicano il passaggio al perielio il 23 maggio 2015 ad una distanza di circa 0,77 UA dal Sole. Sul nostro orizzonte non è visibile perchè sorge e tramonta di giorno, mentre a Viña del Mar è perfettamente osservabile. Favoriamo i nostri amici del Cile con le efemeridi della cometa.

cometa C/2015 D1 SOHO


28 febbraio 2015
Scoperta da Karl Battams, M.-T. Hui e Matthew Knight sulle immagini del coronografo LASCO C2 e C3 del satellite SOHO, i dati orbitali indicavano il passaggo al perielio il 19 febbraio, ad una distanza dal Sole di solo 4,2 milioni di km. A quella distanza normalmente le comete evaporano, questa invece è riuscita a sopravvivere e sarà possibile osservarla i prossimi giorni.

cometa C/2013 US10 Catalina


21 settembre 2014
Scoperta come asteroide da R. A. Kowalski e A. Boattini il 31 ottobre 2013 col telescopio Schmidt da 0,68 m nel quadro dello Catalina Sky Survey, si è sorprendentemente rivelato come cometa. La nuova cometa ha un'orbita che prevede il passaggio al perielio il 15 novembre 2015 ad una distanza di circa 0,8 UA dal Sole e una magnitudine di 4,8. Sarà un oggetto interessante al binocolo per gli osservatori del cielo australe prima del passaggio al perielio, dopo quella data per gli osservatori boreali.

cometa C/2014 Q2 LOVEJOY



18 agosto 2014
Scoperta dall'astrrofilo australiano Terry Lovejoy, gli elementi preliminari calcolavano il passaggio al perielio il 14 febbraio 2015 ad una distanza di 1,7 UA dal Sole. Le osservazioni supplementari hanno modificato tali valori: passaggio al perielio il 30 gennaio 2015 a 1,3 UA dal Sole.

cometa C/2014 Q1 PANSTARRS



21 agosto 2014
Una nuova cometa è stata scoperta dai membri dell'equipe del programma di ricerca Pan-STARRS (Panoramic Survey Telescope & Rapid Response System) dall'immagini CCD ottenute il 16 agosto 2014 con il telescopio Ritchey-Chretien di 1,8 m. Gli elementi orbitali preliminari indicano il passaggio al perielio il 2 luglio 2015 ad una distanza di circa 0,34 UA dal Sole. Gli stessi elementi fanno prevedere che la cometa sarà mal disposta per l'osservazione nell'emisfero nord, in compenso sarà visibile ad occhio nudo nell'emisfero sud dopo il passaggio al perielio.

cometa C/2012 K1 PANSTARRS



Scoperta il 19 maggio 2012 alle Hawaii, possiede un'orbita perfetta per divenire una «grande cometa» in quanto arriva dal nord dell'eclittica con un agolo di 142° e l'orbita incrocia quella della Terra in prossimità del perielio. Purtroppo al tempo stesso sarà all'opposizione, cioè dalla parte opposta rispetto al Sole. Resta comunque una bella cometa per gli strumenti amatoriali.

C/2012 X1 Linear



La cometa sembra conoscere un soprassalto d'attività. Secondo le stime doveva avere una magnitudine pari a 14. Invece le ultime immagini la mostrano ad una magnitudine pari ad 8,5.

Cometa Ison C/2012 S1



3 ottobre 2013
La cometa è stata scoperta il 21 settembre 2012 da V. Nevski e da A. Novichonok con l'aiuto di un telescopio di 40 cm dell'International Scientific Optical Network (ISON) situato a Kislovodsk in Russia. Il passaggio al perielio è previsto per il 28 novembre 2013 alle 18h 26,4m UTC. Si troverà allora a 1,17 milioni di km dalla superficie del Sole, classificandola per questo come cometa Sungrazing. Se non si consumerà completamente durante questo passaggio al perielio (avrà una temperatura dell'ordine dei 2700°) e se non si frantumerà (sarà prossima al limite di Roche), diverrà una spettacolare cometa da osservare prima del sorgere del Sole, diventando circumpolare per l'emisfero nord.
Paul Wiegert dell'Università Western Ontario ha calcolato che una pioggia di finissime particelle, rilasciate dalla coda della cometa, incontrerà la Terra verso il 12 gennaio 2014 ad una velocità di 56km/sec e causerà in alta quota la formazione di nubi nottilucenti.

Cometa C/2013 A1 Siding Spring



19 ottobre 2014

09 marzo 2013
Questa cometa passerà a meno di 300.000 km da Marte, il 19 ottobre 2014. Una distanza di poco inferiore a quella che separa la Terra dalla Luna. I dati per la determinazione precisa dell'orbita sono ancora incerti, tant'è che non si esclude che possa colpire la superficie del pianeta. Dalla Terra la cometa dovrebbe attestarsi attorno all'ottava magnitudine, visibile cioè con un binocolo, purtroppo solo nell'emisfero sud. È stata scoperta da Rob McNaught il 3 gennaio 2013.

Cometa C/2011 L4 PANSTARRS



12 gennaio 2013
Scoperta il 6 giugno 2011 da Richard Wainscoat sulla sommità dell'Haleakala nell'isola di Maui (Hawaii) su quattro immagini CCD presi con il telescopio Pan-STARRS1 di 1,8 metri di apertura. Gli elementi orbitali della cometa sono oggi conosciuti con grande precisione: gravita su un'orbita iperbolica con un'inclinazione di 84,2° sull'eclittica. Passerà al perielio il 10 marzo 2013 ad una distanza di solo 0,301 UA dal Sole, lasciando supporre la visibilità ad occhio nudo.

Torna ai contenuti | Torna al menu